L'ESEMPIO DEL CIVIDALESE.


LE VALLI SI RILANCIANO GRAZIE AGLI EVENTI.

 

Il territorio del Cividalese e delle vallate contigue è da un paio d’anni molto vivace e attento allo sviluppo turistico e alle conseguenti opportunità per il territorio.

Due in particolare le realtà associative che stanno portando avanti progetto con finalità turistiche: Vallimpiadi e Natisone Outdoor.

La prima nasce nel 2012 con lo scopo di far conoscere le bellissime Valli del Natisone attraverso lo sport.

Di qui l’organizzazione di appuntamenti “particolari” come la Matadown, gara di mtb downhill, con partenza dalla cima del monte Matajur.

Dopo sei anni, Vallimpiadi organizza 9 eventi che spaziano dalla corsa a piedi in montagna al fuoristrada in collaborazione con altre associazioni di tutta la regione.

Inoltre, collabora esternamente con grossi eventi sportivi regionali di rilievo e da tre anni partecipa alla carovana del Giro d’Italia promuovendo le bellezze locali.

Una realtà dunque molto dinamica, a rispecchiare il vulcanico carattere del presidente Massimo Medves, sempre molto attento alle nuove esigenze degli sportivi.

L’obiettivo di Natisone Outdoor, nata nel 2016 per dare continuità alla tappa del Giro d’Italia che ha coinvolto il Cividalese e le vallate del Natisone e del Torre, è invece lo sviluppo turistico del territorio composto dai 15 comuni che hanno dato sostegno al progetto.

Molto attenta ai canali di comunicazione, Natisone Outdoor ha avviato un progetto pluriennale condiviso dalle istituzioni e private locali focalizzato su diversi punti fermi.

Presieduta da Eva Piccaro, in due anni di attività ha già concretizzato diversi obiettivi: dalla condivisione del progetto con tutte le realtà istituzionali locali e regionali all’inizializzazione della tabellazione dei sentieri.

Non mancano video promozionali e la stampa di due cartine turistiche del territorio, una con i maggiori punti d’interesse e una con i percorsi ciclabili e pedonali dell’area.

Il progetto pluriennale Natisone Outdoor è strutturato in quattro punti che vanno dalla preparazione del territorio alla promozione dello stesso, non tralasciando la formazione degli operatori e la realizzazione di una rete di collaborazione tra pubblico e privato.

Sempre più partner privati e associazioni si sono così avvicinati al progetto, dimostrando immediato coinvolgimento.

Entrambe le associazioni sono state sostenute dalla Regione, da PromoTurismo Fvg e dalla Fondazione Friuli, enti che danno lustro e concretezza all’operato.

Il territorio interessato ha un grandissimo potenziale di crescita a livello turistico e sportivo, anche grazie agli eventi costruiti dal manager Enzo Cainero.

Il 15 luglio si disputerà tra l’altro nelle Valli l’ultima tappa del Giro d’Italia femminile 2018. All’organizzazione collaborano proprio Vallimpiadi e Natisone Outdoor. (m.b.)

Da Udine Economia - Mensile di attualità economica e culturale della Camera di Commercio di Udine
» Maggio 2018 » N. 4